Piano di recupero fabbricato rurale Stampa
Scritto da Administrator   
Martedì 30 Luglio 2013 00:00
Piano di recupero di fabbricatO ruralE - COMUNE DI CAMERINO

Progetto

Arch. Paolo Cruciani

Descrizione dell’intervento

Il fabbricato rurale oggetto di Piano di Recupero è ubicato nel comune di Camerino in Località Raggiano. 

La costruzione dell’edificio risale, molto probabilmente, alla fine del XIX secolo con interventi successivi di ampliamento e rimaneggiamento, che si possono far risalire verosimilmente alla metà degli anni sessanta. Sono poi stati realizzati interventi di manutenzione straordinaria: ne risulta una conformazione volumetrica tipica delle abitazioni rurali del luogo, derivante cioè da successivi interventi di ampliamento in funzione delle necessità funzionali. Strutturalmente il complesso è realizzato, in parte, in muratura portante di pietrame a sacco con orizzontamenti in legno, in parte in muratura di mattoni forati con solai misti, sia in legno sia in calcestruzzo di tipo prefabbricato. Le pareti sono intonacate, la copertura in coppi e gli infissi sono in legno. L’immobile, versando in pessimo stato di conservazione, è stato parzialmente demolito per la messa in sicurezza, in quanto prospiciente la via pubblica. Per tale motivo è stato previsto un intervento di demolizione e ricostruzione mediante la redazione di apposito Piano di Recupero così come previsto ai sensi dell’Art.22 delle NTA del PRG di Camerino.

Le scelte progettuali

Le scelte di progetto sono state dettate dall’analisi tipologica dell’edificio esistente e dalla volontà di proporre forme architettoniche semplici, ispirate all’architettura rurale e al rispetto degli schemi funzionali in essere. Si è pertanto proposto un corpo di fabbrica rettangolare allungato, simile al quello originario esistente, eliminando i volumi aggiunti in fasi successive per sopperire ai servizi igienico-sanitari che risultavano carenti. Il corpo originale era infatti costituito da un edificio rettangolare (ingresso, soggiorno e due camere al piano terra e magazzini al piano seminterrato) che ha poi subito aggiunte (bagno, cucina, balcone, camera e garage) con modifiche della sagoma, legate essenzialmente a necessità funzionali.

Il nuovo edificio presenta al piano primo la zona notte e al piano terra la zona giorno: l’accesso principale è collocato al primo piano (piano strada) sul lato corto, per evitare l’uscita diretta verso la strada che fiancheggia il lato lungo. Il prospetto est presenta solamente due finestre, parallelamente alle due aperture esistenti, così come il prospetto ovest nel quale ci sono numerose aperture funzionali alla disposizione interna.

 

 


Foto ed elaborati grafici


Ultimo aggiornamento Mercoledì 31 Luglio 2013 06:31